Grotta Grande del Ciolo

Pubblicato da Cortellenica il

Splendido antro naturale, la gigantesca caverna della Grotta del Ciolo custodisce un grazioso laghetto dai riflessi color smeraldo. 

A poche centinaia di metri dalla celebre baia omonima, una caletta di ciottoli tra le sponde della gravina che degrada verso il mare, la Grotta Grande del Ciolo è caratterizzata da un grandioso accesso al livello del mare e da grandi ambienti di crollo.

L’imponente ingresso alla suggestiva caverna, alto più di 30 metri, immette nell’antro da cui, superati i ciclopici massi di crollo, si arriva al lungo cunicolo interno e al grazioso laghetto generato da una sorgente d’acqua dolce dai riflessi color smeraldo. Qui, non è difficile assistere agli spericolati salti dei bagnanti locali, che per arrivare al mare si tuffano dall’alto ponte sovrastante la cavità.
 
Oltre all’incantevole scenario naturale, la grotta ha anche un alto valore storico, dal punto di vista paleontologico, per il ritrovamento di un deposito pleistocenico medio e superiore.
 
Un’altra cavità si apre sul bordo sinistro dello stretto fiordo del Ciolo, la Grotta Piccola del Ciolo, con accesso dal mare, profonda circa 120 metri, e allagata per tutta la sua lunghezza.

Cortellenica:
Categorie: GROTTE

0 commenti

Lascia un commento